Teheran
, 31. Marzo 2016
Design Tradizionale da Mille e una Note

La Storia dei Tappeti Persiani

Un tappetto persiano è come una reliquia di un altro tempo. Realizzato in tessuto pesante, il suo aspetto affascina persone di tutto il mondo. Non invano, nel 2010 l’ “arte tradizionale di tessitura dei tappeti” è stata inclusa ne “La lista rappresentativa dei patrimoni culturali dell’umanità”.

x-working Un negozio pieno di tappeti persiani di alto valore dall’Iran.
Un negozio pieno di tappeti persiani di alto valore dall’Iran.

Il tappeto persiano vale come un elemento fondamentale dell’arte e cultura persiana. I tappeti furono tessuti da tribù nomadi, di villaggi e di manifattura dal sedicesimo secolo. Rappresentavano gli stati sociali dei loro proprietari rispecchiano da tempo la lunga e ricca storia dell’Iran dei popoli che vi vivevano. Ivi i tappeti tessuti da nomadi e abitanti dei villaggi hanno un valore di autenticità e di unione di tradizioni. Questi tappeti vengono spesso manufatti con modelli forti e grossolani.

Un tappeto persiano presenta degli ornamenti, motivi e modelli particolari e ripetitivi. Qui vi è sempre realizzato un campo centrale, circondato da contorni primari e secondari. Il modello del bordo centrale è soprattutto floreale, dove nei bordi secondari vengono ripetuti piccoli ornamenti. Un criterio importante per il tappeto persiano originale è l’equilibrio del modello tessuto. Poiché i tappeti rappresentano un pezzo di arredamento di una stanza tradizionale, il modello dovrebbe essere bello a vedere in qualsiasi direzione.

Quello che da noi è conosciuto come tappeto persiano, in realtà si chiama “Ghali”. In generale in persiano un copri pavimento si chiama, “Farsch”, “Gelim”, che significa tappeto tessuto. Ci sono innumerevoli stili di tappeti persiani che realizzano modelli di configurazione diverse. Questi stili vengono fondati in diverse regioni di produzione ed sono espressioni di influenze culturali regionali e tradizionali. Allo stesso modo, ogni tappeto è come un’opera d’arte che ha una firma. Questa è chiamata “Katibeh” e porta o il nome del designer di tappeti oppure il nome della persona alla quale è stato regalato il tappeto.

© 2016 – x-working

Ricerca articolo in

x-working Rivista d'Arte - Team di Redattori

Il team x-working di redattori che indagano e scrivere per la rivista d'arte:

Profile picture for user sonja_bachmann
Sonja
Bachmann
Profile picture for user sonja.bachmann
Sonja
Bachmann
Arti Letterarie
Profile picture for user Eugenia
Eugenia
Kistereva
Disegno
Profile picture for user giuliana_koch
Giuliana
Koch
Arti Letterarie
Profile picture for user mercedes_llorente
Mercè
Llorente
Arti Letterarie
Profile picture for user Giulia
Giulia
Mi
Recitazione
Profile picture for user annelie_neumann
Annelie
Neumann
Arti Letterarie
Profile picture for user Daria_Ivanova
Дарья
Иванова
Arti Letterarie