Amburgo
, 28. Maggio 2016
Da Mondscheintarif a Neuland

La Scrittrice Ildikò von Kűrthy

Lei è la regina del romanzo delle donne tedesche: Ildikó di Kürthy. Le eroine dei suoi romanzi umoristici sono giovani donne moderne che descrivono le proprie debolezze con umorismo e autoironia e ricordano insieme le avventure dei propri uomini. I suoi libri sono stati tradotti in 30 lingue in tutto il mondo. Ora l'autrice del bestseller ha pubblicato il suo ultimo libro "Neuland".

x-working Ildiko von Kürthy, (c) 2016 Frank Grimm
Ildiko von Kürthy, (c) 2016 Frank Grimm

La lingua è il suo mezzo. La scrittrice 48enne lo dimostra subito. Già da bambina, ha dovuto occuparsi in maniera dettagliata della lingua. Il padre era cieco. E così era chiaro che dovesse spiegare in dettaglio ciò che stava accadendo intorno a lei. Dunque, non era possibile che lei facesse a lui i begli occhi. Oggi pronuncia frasi come: - “Sono convinta che sono interessata di più alle mie cosce che alla politica mondiale "- e molte donne la amano per queste frasi.

Le eroine di Ildikó di Kürthys, le io-narratrici dei suoi libri, sono sempre guidate da un sentimento permanente di inadeguatezza e al contempo dalla percezione esagerata di sé. Nel suo primo romanzo "Mondscheintariff" del 1999, c'era questa frase: "Qualcosa corre fondamentalmente storto nella mia vita." Questa frase è il motto e il motore dei racconti di Kürthys. Nei suoi romanzi si rivolge al modello che ricorre sempre: le donne nei primi anni Trenta sono alla ricerca prolissa e guidata dell'uomo giusto. "Freizeichen", "Herzsprung", "Blue Wonder", "Höhenrausch" o "Weightless" - i suoi romanzi sono stati in primo piano per anni nelle calssifiche di vendita. Il segreto è probabilmente che i romanzi combinano l’argomento così sparso di riviste femminili in una sola storia. La continua attenzione è sul corpo di ognuno. Le sue descrizioni sono afferrate come protocolli di vita spontanee della vita reale. Una ricetta per il successo, che dà diritto allo scrittore. In totale ha scritto otto libri. Le edizioni ammontano a più di sei milioni.

Per il suo ultimo lavoro "Neuland - come cercai me stesso e trovai qualcun altro", l'autrice si è recata in una sorta di metamorfosi. Il lavoro è diventato uno divertente, corso intensivo di auto-ironica in auto-ottimizzazione. L'autrice "è andata alla ricerca di una vita migliore." E ha fatto tutte le cose che una donna di mezza età farebbe nel suo desiderio di cambiamenti interni ed esterni: visita di seminari di consapevolezza, cambiamento di forma in estensioni dei capelli, urti ed eliminazione a gelo di grasso della coscia, giorni di silenzio in monastero, trattamenti di disintossicazione in Bavaria, astensione da alcool, e lo zucchero bianco. La loro conclusione: “La donna infelice ultraquarantenne è una bomba a orologeria" . E una frase saggia era Ildikó di Kürthy dopo il suo anno di auto-ottimizzazione per il meglio: "Mio padre era cieco. Per un cieco non si è mai una gioia per gli occhi. Per me il linguaggio è diventata la caratterestica della mia bellezza.”

© 2016 – x-working

Ricerca articolo in

x-working Rivista d'Arte - Team di Redattori

Il team x-working di redattori che indagano e scrivere per la rivista d'arte:

Profile picture for user sonja_bachmann
Sonja
Bachmann
Profile picture for user sonja.bachmann
Sonja
Bachmann
Arti Letterarie
Profile picture for user Eugenia
Eugenia
Kistereva
Disegno
Profile picture for user giuliana_koch
Giuliana
Koch
Arti Letterarie
Profile picture for user mercedes_llorente
Mercè
Llorente
Arti Letterarie
Profile picture for user Giulia
Giulia
Mi
Recitazione
Profile picture for user annelie_neumann
Annelie
Neumann
Arti Letterarie
Profile picture for user Daria_Ivanova
Дарья
Иванова
Arti Letterarie