Peschiera Maraglio
, 04. Ottobre 2016
L'artista convinzione e il suo progetto "pontili galleggianti"

Christo

Il famoso artista di installazione Christo ha più di 80 anni. Ma non pensa proprio di fermarsi. Nel mese di giugno c'è stato il suo ultimo progetto sul lago d'Iseo in Italia, dove viene unita la più grande isola del lago con ponti galleggianti - i Floating Peers.

x-working "Floating Piers"
"Floating Piers"

Ora sono passati quasi sette anni da quando  è morta la sua compagna Jeanne-Claude. L'artista delle installazioni  di successo vede di noi comeparte di una coppiae  parla di "noi" quando parla dei suoi progetti non realizzati.

Christo è stato ben conosciuto dal 1960, dopo essersi unito al gruppo  "Nuovo Realismo" a Parigi fondato da Pierre Restany e Yves Klein. Il parere artistico del gruppo  sociologicamente ispirato considera il gruppo si concentra sull'arte d'oggetto.

La moglie Jean-Claude ha incontrato l'artista nel 1958. In quel period era a Parigi come artista commissionato. Una committente aveva una figlia - Jean Claude - che si distingueva con i capelli rossi luminosi e la sua grande conoscenza. Purtroppo Jean-Claude era già stata promesso. Tuttavia due settimane dopo il suo matrimonio è incinta. Non del marito, ma del povero artista bulgaro . Nel 1960 è nato Cyril. Nel 1962 la coppia si sposa. I due stanno benissimo insieme: Egli è l'artista geniale, lei un' organizzatrice di talento. Sono famosi come artisti di dissimulazione.


In un primo momento si nascose in una catasta di botte a Colonia nel 1969, una costa in Australia e un anno dopo hanno trascinato una tenda in una valle delle Montagne Rocciose. Un altro evento mondiale che ha presentato è l'installazione "The Umbrellas" in Giappone e in California nel 1986. In entrambi i paesi sono stati disposti simultaneamente 1.340 ombrelloni blu a Ibaraki e 1.760 ombrelloni gialli in California. In totale tre milioni di visitatori hanno visitato gli schermi. L'azione è stata superata a Berlino nel 1994. Christo e Jean-Claude hanno coperto in un evento mediatico senza precedenti nel Reichstag tedesco. Con oltre 100.000 mq di polipropilene ignifugo, che è stato rivestito con uno strato di alluminio, 90 scalatori professionisti hanno fissato i pannelli sull'edificio. Questo evento ha esaminato un totale di cinque milioni di visitatori.

E ora nel 2016 ci sono stati i pontili galleggianti. L'idea era quella di essere in grado di andare sulla terra asciutta attraverso l'acqua. La spettacolare installazione lo ha reso possibile. A circa tre chilometri, i visitatori hanno potuto camminare su ranatele giallo-arancion luccicanti. Il punto focale era che a seconda della luce cambiava il colore della sostanza. Se si andava a piedi nudi era possibile sentire le ond durante il cammino. Nel complesso, il progetto è costato 15 milioni di euro.

© 2016 – x-working

Ricerca articolo in

x-working Rivista d'Arte - Team di Redattori

Il team x-working di redattori che indagano e scrivere per la rivista d'arte:

Profile picture for user sonja_bachmann
Sonja
Bachmann
Profile picture for user sonja.bachmann
Sonja
Bachmann
Arti Letterarie
Profile picture for user Eugenia
Eugenia
Kistereva
Disegno
Profile picture for user giuliana_koch
Giuliana
Koch
Arti Letterarie
Profile picture for user mercedes_llorente
Mercè
Llorente
Arti Letterarie
Profile picture for user Giulia
Giulia
Mi
Recitazione
Profile picture for user annelie_neumann
Annelie
Neumann
Arti Letterarie
Profile picture for user Daria_Ivanova
Дарья
Иванова
Arti Letterarie