Glasgow
, 14. Dicembre 2016
Il Mozart della Techno

Aphex Twin

È senza dubbio uno dei più significativi rappresentanti della scena elettronica: Aphex Twin alias Richard David James. Già in tenera età, dai dieci avrebbe realizzato i suoi primi pezzi tramite un pianoforte già preparato e un registratore. Presentiamo il luminare.

x-working Street Art sostenuto l'album "Siro" di Aphex Twin a New York City.
Street Art sostenuto l'album "Siro" di Aphex Twin a New York City.

Nella seconda metà degli anni 80 cominciò la carriera musicale di Aphex Twin. Chi a quel tempo ascoltò la sua musica la trovò o geniale oppure disturbante. È stata proprio questa ambivalenza ad aver reso questo musicista d’eccezione qualcosa di speciale. Quando la scena elettronica inglese agli inizi degli anni 90 scoprì il Acid House, James avvitò una sintesi di ogni genere e si distinse dal Hype generale. I suoi album ambient “Selected Ambient Works 85-92”, “Selected Ambient Works VO. IT”, Surfin on the Waves” (facendo surf sulle onde) sono ora considerati cruciali nello sviluppo di musica elettronica.  Nella sua carriera, il musicista sviluppò numerosi pseudonimi: AFX, Polygon Window, Caustic Window e The Dice Man.

La musica di Aphex Twin non può essere classificata come uno stile particolare. Fondamentalmente interpreta diversi stili e mezzi di arte creativa in maniera ostinata e caparbia. Sono state immischiate delle musiche belle e sensibili con suoni insoliti, ritmi complicati che si incontrano con una dettagliata programmazione a tamburo. Per lui fu inventata un’unica tendenza stilistica: Drill’n Bas. I suoi remix preoccuparono gli altri artisti poiché distruggeva o interpretava nuovamente il materiale illustrativo (es. in Die Fantastischen Vier oppure  in Nine Inch Nails).

Dopo la pubblicazione dell’album “Drukqs” nel 2001 James non aveva quasi più pubblicato altro nuovo materiale per tre anni. All’inizio del nuovo millennio apparirono solo i “26 Mixes for Cash” così come tre dei nuovi remix sotto lo pseudonimo di AFX dai Warp Records. L’adempimento di un contratto con l’etichetta “Warp” trovò dimora nel suo cuore britannico.  Inoltre, tuttavia, le sue attività hanno chiaramente la sua etichetta “Rephlex”, che già nel 1991 hanno realizzato più di cento pubblicazioni. Qui pubblica accanto a DMX Krew, Bogdan Raczynski, Luke Vibert alias Kerrier District anche Aphex Twin stesso.

I successi maggiori di Aphex twin furono “Windowlicker” e “Come to Daddy”. Produsse le tracce in collaborazione con il regista Chris Cunningham. I video musicali erano inconsueti e a volte disturbanti. Ciononostante Aphex Twin guadagnò, con Cunningham, nel 1999 il premio “Prix Ars Eletronica” nella categoria “Digital Musics”. Anche dopo aver fatto aspettare i suoi fan 12 anni per il suo ultimo album “Syro” nel 2014, ottenne un Grammy Award per quest’ultimo. Da quel momento in poi Aphex Twin pubblica quasi ogni mese una traccia nuova e una vecchia. Nel 2015 una forte LP 20-Track, un EP dal titolo “Orfano Deejay Selek” e nel mese di novembre una nuova versione di “Avril 14” di drukqs”. Tutti i brani possono essere ascoltati sotto il profilo SoundCloud "user18081971". Il nuovo nome utente fa riferimento alla data di nascita di James, il 18 agosto del 1971.

© 2016 – x-working

Ricerca articolo in

x-working Rivista d'Arte - Team di Redattori

Il team x-working di redattori che indagano e scrivere per la rivista d'arte:

Profile picture for user sonja_bachmann
Sonja
Bachmann
Profile picture for user sonja.bachmann
Sonja
Bachmann
Arti Letterarie
Profile picture for user Eugenia
Eugenia
Kistereva
Disegno
Profile picture for user giuliana_koch
Giuliana
Koch
Arti Letterarie
Profile picture for user mercedes_llorente
Mercè
Llorente
Arti Letterarie
Profile picture for user Giulia
Giulia
Mi
Recitazione
Profile picture for user annelie_neumann
Annelie
Neumann
Arti Letterarie
Profile picture for user Daria_Ivanova
Дарья
Иванова
Arti Letterarie